VENDITA - NOLEGGIO - ASSISTENZA | +39 0143 80169 | info@mgacarrelli.it

I pericoli nell’utilizzo di un transpallet manuale

Home » News » I pericoli nell’utilizzo di un transpallet manuale

In azienda vengono utilizzati quotidianamente dei transpallet manuali.

Quando vengono utilizzati in maniera incorretta, il rischio di infortuni è alto e l’azienda rischia di infrangere la legge.

Scopriamo quali sono i rischi legati all’utilizzo dei transpallet in magazzino e forniamo alcune linee guida per evitare spiacevoli imprevisti.

Rischio infortuni e responsabilità dei datori di lavoro

In relazione al tema dei sollevamenti e della movimentazione dei carichi pesanti è fondamentale citare l’effetto cumulativo prodotto dal sistema muscolare e scheletrico nel caso di un uso scorretto dell’attrezzatura e le lesioni che si possono provocare.

Uno studio ha evidenziato che sono molti i settori esposti al rischio di trasporto e movimentazione dei carichi pesanti, in media per oltre il 25% del tempo lavorativo.

Il datore di lavoro è il responsabile che deve fare tutto il necessario per mantenere il benessere e la salute dei dipendenti. Deve in qualche modo far capire che il rischio è alto e si può palesare in qualunque momento.

Per il datore, inoltre, significa una doppia beffa: gli infortuni comportano assenze che si ripercuotono sull’andamento dell’attività e sulla produttività. Secondo l’HSE, agenzia britannica per la Salute e Sicurezza, oltre un terzo degli infortuni che superano i tre giorni sono causati dalla movimentazione manuale di grossi carichi. Se si conta che questi infortuni possono durare anche venti giorni, il problema dell’attività risulta evidente agli occhi di tutti.

Gli sforzi richiesti dall’utilizzo di un transpallet manuale

Una delle prime valutazioni da evidenziare fin da subito è che, se si ha a che fare con un carico superiore ai 500 chilogrammi è opportuno valutare di sostituire il transpallet manuale con quello elettrico.

Il motivo è quello evidenziato nel paragrafo precedente: lo sforzo cumulativo. Facciamo alcuni esempi.

Per avviare e fermare un peso di questo genere, lo sforzo rappresentato dall’uomo corrisponde al sollevamento di circa 20 chilogrammi, quando il valore accettabile per mantenere in movimento un carico è invece di 10 chilogrammi (7 chilogrammi per le donne).

Se il carico si porta ad un livello superiore (in alcuni settori è richiesto il sollevamento anche di carichi che superano le due tonnellate) lo sforzo richiesto dal dipendente è ancora superiore. Sollevare un carico di due tonnellate richiede uno sforzo medio di 35 chilogrammi, un valore nettamente più alto delle direttive sull’utilizzo dei transpallet manuali.

I pericoli da evitare e come utilizzare correttamente un transpallet

Utilizzare un transpallet manuale richiede accurate valutazioni, in particolar modo se si è all’interno di un autocarro.

Lo sforzo richiesto dall’uomo sul mantenimento di un carico si moltiplica se l’arresto dello stesso avviene sulla pedana idraulica di sollevamento. Il rischio, inoltre, aumenta se si è esposti alla pioggia; in questi casi è consigliata la dotazione di ruote in gomma e di un freno manuale.

Il consiglio migliore è quello di fidarsi solo di marchi con un’ alta reputazione come i transpallet della Linde. I produttori e anche i rivenditori sono in grado di consigliare il modello più adatto al tipo di lavoro da svolgere in magazzino e gli accessori da installare per ottenere il massimo della sicurezza.

Quando non si ha la possibilità di ridurre il carico di lavoro al di sotto dei 500 kg è opportuno passare dalla movimentazione manuale a quella meccanica, automatizzata dei pesi scegliendo i transpallet elettrici.

Il vantaggio non è solo un livello di sicurezza maggiore, ma anche la riduzione degli infortuni e la velocizzazione delle operazioni di magazzino.

Realizza il tuo magazzino con MGA

MGA propone i migliori carrelli da magazzino e transpallet Linde in vendita o a noleggio.

In qualità di concessionario unico Linde MH per Liguria e Basso Piemonte, MGA fornisce soluzioni su misura. I nostri tecnici specializzati intervengono anche sulla manutenzione dei carrelli mentre i nostri venditori possono aiutarti con la fornitura di ricambi originali.

Oltre ai carrelli elevatori, da MGA trovi soluzioni per scaffalature metallichescaffali portapallet da magazzino, macchine per la puliziacapannoni in pvcportoni industriali per la chiusura di aree coperte o la divisione di ambienti interni.

Se stai progettando il tuo magazzino in provincia di Asti, Alessandria, Genova, Imperia e Savona affidati all’esperienza di MGA.

Compila ora il modulo di contatto. Risposta immediata e gratuita in 24 ore!

Potrebbe anche interessarti:

Le soluzioni Linde per la riorganizzazione del magazzino post Covid-19

Luglio 30th, 2020|Carrelli elevatori, News|

Ci sono settori che hanno subito un forte cambiamento a seguito del lockdown causato da Covid-19 ma che sono poi tornati a regime senza forti cambiamenti; altre realtà come ad esempio l’intralogistica hanno subito una [...]

Massimizzare gli spazi di magazzino: quale carrello scegliere

Maggio 21st, 2020|Carrelli elevatori, News|

Spesso si sente parlare di spazi ridotti all’interno dei magazzini di micro e piccole imprese. Ai giorni d'oggi anche le aziende più piccole hanno a che fare con grandi volumi di merci da gestire [...]

Settore giardinaggio: la crescita del settore e i mezzi utili per la movimentazione merci

Maggio 7th, 2020|Carrelli elevatori, News|

Il giardinaggio è un settore in pieno sviluppo, un mercato in crescita che necessita di essere supportato con i migliori mezzi. Siamo nell'era dei nuovi trend, dei piccoli orti casalinghi e delle piante da [...]

2020-09-10T09:39:36+02:00