VENDITA - NOLEGGIO - ASSISTENZA

Nel settore della logistica di magazzino, il tasso di produttività è strettamente legato alla velocità e alla precisione con le quali l’operatore esegue le operazioni di prelievo e movimentazione.

Poter ridurre le distanze sui mezzi permette di risparmiare tempo, risorse e fatica, con conseguente aumento dell’efficienza dei vari processi logistici.

I nuovi commissionatori semi automatici Linde N20 SA e N20 C SA, introducono un’opzione di equipaggiamento tutta nuova e due modalità di guida, in cui sono i veicoli a seguire l’operatore o a guidare in avanti.

Grazie a questa opzione, è possibile godere di un miglioramento delle performance fino al 20%, riducendo quelle attività secondarie che tolgono tempo prezioso agli operatori.

Allestimento e gestione ordini sono due attività molto intense, che necessitano di personale di magazzino attento e preparato. Dal negozio al dettaglio al fornitore all’ingrosso, la maggior parte del processo è quello di camminare tra le scaffalature e tornare al commissionatore.

Questa attività porta via tempo, che può essere impiegato diversamente e, a differenza del prelievo delle merci e del loro posizionamento, non aggiunge alcun valore all’interno del processo logistico.

Maggiore efficienza nella logistica di magazzino

Pochi passi ripetuti nel tempo, per tante ore e giorni, aggiungono fatica in più all’operatore, togliendo energie ad attività fondamentali come quella del prelievo merci.

Inoltre, bisogna anche considerare le crescenti richieste verso il personale di magazzino come: tassi di prelievo maggiori, minor errori e problemi di salute da evitare.

In questo scenario, l’ottimizzazione offerta dall’opzione SA dei commissionatori Linde N20 e N20 C semiautomatici è senza dubbio una grande risorsa, poiché offre la possibilità di aumentare l’efficienza di logistica di magazzino, riducendo i tempi di esecuzione delle operazioni di prelievo delle merci.

Guida dietro e davanti all’operatore 

Le due modalità di guida semiautomatica riducono le distanze e il cammino all’interno delle corsie, ed evitano all’operatore di salire e scendere continuamente dal veicolo riducendo i rischi di incidenti.

In magazzini con scaffalature alte, il picking avviene soprattutto su un lato, in questo caso l’operatore cammina lungo il corridoio andando avanti e indietro. La funzione semiautomatica ” Walk-with-me” segue l’operatore: quando questo si ferma anche il commissionatore si ferma, consentendogli di prelevare la merce dallo scaffale e posizionarla direttamente sul veicolo. Se l’operatore prosegue il cammino, anche il carrello continua il percorso.

Il vantaggio è evidente: è possibile muoversi lungo gli scaffali e prendere la merce senza dover andare continuamente verso il carrello, per poi tornare indietro.

Se, invece, il commissionatore deve essere caricato da entrambi i lati, è possibile utilizzare la funzione “Continuous”. L’operatore si muove avanti e indietro, posizionandosi dietro al carrello e, camminando lungo i bordi delle scaffalature, preleva la merce e la deposita sul commissionatore.

La velocità del carrello è regolata tramite un telecomando direttamente dall’operatore. I vantaggi sono diversi: l’operatore non deve continuamente tornare indietro per raggiungere il veicolo e non deve nemmeno salire e scendere frequentemente.

Quando il carrello arriva alla fine del corridoio, si ferma per evitare collisioni con altri veicoli o personale. Nel momento in cui l’operatore sale sul carrello, la modalità semiautomatica viene fermata e il veicolo può essere spostato altrove tramite guida manuale.

Sicurezza rafforzata

Tutti i carrelli Linde MH offrono un livello altissimo di sicurezza e i nuovi semiautomatici N20 SA e N20 C SA la rafforzano ulteriormente.

Per evitare che la modalità di guida semiautomatica non rappresenti un rischio per la salute degli operatori, i carrelli integrano uno scanner di sicurezza nella parte frontale.

Lo scanner è in grado di riconoscere persone, veicoli e altri ostacoli che possono presentarsi improvvisamente davanti al carrello, evitando urti e incidenti.

Le modalità di marcia semiautomatica riducono i tassi di errore e di incidenti, oltre che i rischi di possibili lesioni provocate dal continuo saliscendi dal mezzo.

È presente una protezione anteriore posta sul paraurti che protegge l’operatore dal pericolo di finire sotto al carrello. Inoltre, è presente una barra con delle luci che indicano le modalità di marcia attiva tramite colori diversi.

In ultimo, per garantire uno spazio di lavoro confortevole e sicuro, il carrello elevatore mantiene in automatico una distanza di almeno 50 cm dallo scaffale, agevolando i movimenti in sicurezza dell’operatore.

Potrebbe anche interessarti:

Carrelli commissionatori semi automatici Linde N20 SA e N20 C SA

20 Aprile 2022|Carrelli elevatori|

Nel settore della logistica di magazzino, il tasso di produttività è strettamente legato alla velocità e alla precisione con le quali l’operatore esegue le operazioni di prelievo e movimentazione. Poter ridurre le distanze sui [...]

Corsi carrellista: cosa sapere per ottenere o rinnovare il patentino

11 Febbraio 2022|Carrelli elevatori|

In riferimento al DLGS. 81/2008 e alla Conferenza Stato-Regioni del 22/02/2021, si è stabilito che per guidare il carrello elevatore è necessario avere una formazione specifica mediante un corso di abilitazione per manovrare il [...]

Linde Motion Detection per manovre di retromarcia sicure

2 Febbraio 2022|Carrelli elevatori|

Secondo un’analisi della BGHW Deutschland del 2014, più del 50% degli incidenti con carrelli elevatori avvengono durante la fase di retromarcia del mezzo.  Questo accade perché le persone che si muovono all’interno del magazzino [...]

2022-04-20T10:28:05+02:00

Condividi quest'articolo sui tuoi profili! Scegli il canale che preferisci.